Conoscete le origini della festa degli innamorati?

Prende il nome dal santo e martire cristiano Valentino da Terni. La festività venne istituita nel 496 da Papa Gelasio I; contribuirono poi alla sua diffusione in Europa i Benedettini, attraverso i loro monasteri, essendo stati affidatari della Basilica di San Valentino a Terni a partire dalla fine del VII secolo.

Biancheria intima Cerro Maggiore

L’associazione della figura del Santo con la celebrazione della festa romantica ha origini abbastanza controverse. Tra le varie ipotesi, quella più accreditata si rifà alla leggenda secondo cui Valentino da Terni avrebbe donato ad una fanciulla molto povera una somma di denaro necessaria a procurarsi una dote per potersi sposare, senza la quale il matrimonio non si sarebbe potuto celebrare e ciò avrebbe esposto la ragazza, priva di mezzi di sostentamento, al rischio della perdizione.

Anche nell’Amleto di Shakespeare, durante la scena della pazzia, Ofelia canta: “Domani è San Valentino e, appena sul far del giorno, io che son fanciulla busserò alla tua finestra, voglio essere la tua Valentina”.

E allora … TANTI AUGURI A TUTTI GLI INNAMORATI.